Home > Sport > Punto Basket 2

Punto Basket 2

Uno-sette. Questo il record negativo della Miami dei Big 3 contro le formazioni di più elevata caratura della lega. L’ultima sconfitta sul parquet dello United Center di Chicago. La sensazione è che manchi ancora qualcosa alla franchigia della Florida per potersi ergere al comando della Eastern, ancora dominata dai verdi di Boston; in particolare, i problemi principali per coach Spoelstra possono essere identificati in un roster meno lungo rispetto a quello delle altre contendenti al titolo, per motivi di tetto salariale, per cui accanto ai marziani Wade e James ci sono ottimi giocatori come Miller, Dampier e Haslem, mentre gli altri non sembrano essere all’altezza. Inoltre, è rilevante il fattore Bosh, giocatore che per caratteristiche può arrivare a prendersi anche 20 tiri a partita e fare 40 punti, ma che se è in cattiva serata al tiro può essere assolutamente deleterio, come dimostra l’imbarazzante 1/18 dal campo contro Chicago. Da sottolineare comunque l’eccellente prova dei Bulls, a buon diritto terza forza ad est, proprio dietro a Miami. Guidati dal fenomeno Rose, a cui è dedicata la copertina di oggi, e sotto la sapiente conduzione di coach Thibodeau, gli eredi di Micheal Jordan, dopo parecchi anni di purgatorio, sembrano finalmente pronti per il salto di qualità: forti di un roster che comprende Deng, attaccante pazzesco, Bogans, ottimo difensore, i gladiatori Boozer e Noah, il cecchino Korver e alcuni giovani di prospettiva come Gibson e Asik, stanno facendo capire che saranno un osso duro per chiunque. L’unica cosa da verificare sarà la tenuta psicologica all’impatto con i playoffs, ma le premesse per mettere in scena un grande finale di stagione ci sono tutte.

Per quanto riguarda i nostri connazionali, la notizia di questi giorni è il passaggio di Danilo Gallinari ai Denver Nuggets, nell’ambito della maxi-trade che ha portato Carmelo Anthony e Chauncey Billups nella Grande Mela. Questo trasferimento suona un po’ come un ridimensionamento per Danilo, costretto ad abbandonare una città che aveva imparato a conoscere e ad amare, per accasarsi in una Denver che ha rinunciato ad i suoi nomi di maggior spessore per avviare un progetto incentrato sui giovani. La speranza è che, in una piazza con meno pressioni, Gallo riesca ad esprimere appieno il suo grande talento e a candidarsi come uomo di riferimento della squadra, che comunque rimane pienamente in corsa per un posto ai playoffs.

 Nel nostro campionato, invece, il rullo compressore Montepaschi, fresco vincitore della Coppa Italia, procede a grandi balzi verso un finale di stagione che appare scontato sotto tutti i punti di vista: infatti, la nomina a capo allenatore di Dan Peterson da parte dell’Olimpia Milano finora non ha portato grandi risultati alla causa delle scarpette rosse, che sembrano destinate, al massimo, a giocarsi il secondo posto contro l’ottima Cantù. Decisamente più impegantivo, per la compagine senese, sarà l’ottavo di Eurolega  contro l’Olimpiacos, finalista dell’anno passato. Ottime notizie anche dalla Pepsi Caserta, che raggiunge Treviso agli quarti di Eurocup. Per concludere, una nota per l’All-Star Game in salsa nostrana, i cui una selezione dei migliori giocatori italiani, guidata da Pianigiani, affonterà i migliori stranieri del nostro campionato, guidati da Peterson. Da sottolineare la presenza di Alessandro Gentile, classe ’92 e figlio del grande Nando, uno dei migliori prospetti della nostra palla a spicchi, e di ben tre americani della Dinamo Sassari (White, Hunter e Diener), a dimostrare l’ottimo lavoro compiuto da dirigenza e coaching team di una squadra al debutto nella massima serie.

Categorie:Sport Tag:, , ,
  1. 2 marzo 2011 alle 19:41

    E sempre complimenti ai Knicks che hanno dato via l’anima per prendere un imminente free-agent!

  2. 4 novembre 2013 alle 15:47

    I believe this is one of the so much significant info for me.
    And i am satisfied reading your article. However should statement on few general issues,
    The website taste is ideal, the articles is actually great : D.
    Good process, cheers

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: